A Milano 30 ettari di terreno a bando per sviluppare l’agricoltura 2.0

Di Andrea De Giorgi
agricoltore patentino

30 ettari di terreno che il Comune di Milano mette a disposizione per lo sviluppo dell’agricoltura periurbana con il bando OpenAgri, con scadenza al 30 settembre. Obiettivo del bando è quello di ricercare idee e progetti che sfruttino l’innovazione tecnologica con la creazione di una nuova imprenditorialità nel settore agro-alimentare per valorizzare il patrimonio rurale milanese e sviluppare un nuovo polo per l’innovazione nell’agricoltura periurbana nell’area sud di Milano (tra il quartiere Corvetto e l’area di Porto di Mare e la campagna, Parco agricolo sud).

Si tratta di un progetto finanziato dal bando Urban Innovative Actions con il fondo europeo di sviluppo regionale per un totale di 6 milioni di euro per la riqualificazione e integrazione tra spazi urbani e campagna.

Al bando possono partecipare imprenditori agricoli già attivi o aspiranti e giovani under 40, micro, piccole e medie imprese e start up oltre a cooperative sociali, onlus e ong. Al fine di stimolare lo sviluppo di progetti imprenditoriali per un’agricoltura 2.0 in cui l’innovazione vada di pari passo con il recupero della tradizione toccando l’intero ciclo alimentare dalla produzione alla trasformazione, logistica, distribuzione, consumo e riciclo virtuoso degli scarti di lavorazione, è stato lanciato quest’iniziativa, come sottolinea l’assessore al Lavoro del Comune di Milano, Cristina Tajani.

Commenta l'articolo

Compila per proseguire * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.